USA: esercito sconvolto da droga e suicidi

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

 

WASHINGTON - L'esercito degli Stati Uniti ha espresso preoccupazione in merito all'eccessivo uso di farmaci da parte di soldati di ritorno da Iraq e Afghanistan; è in crescita la tossicodipendenza tra i militari.

"Siamo molto preoccupati per elevato numero di farmaci che vengono assunti," ha detto l’alto ufficiale medico dell'esercito, Eric Schoomaker. Il generale ha aggiunto che l'esercito sta monitorando con attenzione il farmaco che viene prescritto dai medici ai soldati di ritorno dai campi di combattimento.

Dal 2001, l’anno dell'invasione statunitense dell'Afghanistan, sono salite vertiginosamente le prescrizioni delle droghe mediche e psichiatriche per le truppe. Secondo un rapporto pubblicato dal Times, uno su sei di militari USA prende in una qualche forma i farmaci psichiatrici.

Un sondaggio del Pentagono prova l’abuso di farmaci, anti depressivi, anti-ansia e sonniferi, da parte del 15% dei soldati americani attivi sul campo. Sempre secondo il documento il fenomeno dei casi di militari che si suicidano, in costante aumento negli ultimi cinque anni, è diventato il problema più grave che si trovano ad affrontare i vertici delle Forze Armate USA.

Dall’invasione dell’Afghanistan l’esercito americano ha avuto più di 800 militari che hanno perso la vita suicidandosi.  

                                    318.jpg

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post