Una vera Comunità

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da Laboratorio Forza Uomo

Di: Annalisa D'Agostino

 

La differenza tra il fare proselitismo e trovare persone che, per percorsi di vita o, più semplicemente, per indole, siano arrivati al nostro stesso modo di vedere le cose, è sicuramente il tempo che ci vorrà a creare una tale comunità.


La nostra non è una strategia per arrivare ad uno scopo, ma una radicale  inversione di tendenza rispetto a come vissuto fino ad oggi.  La Buona Educazione, i Valori passati, sono stati sostituiti dall’egocentrismo, dall’individualismo, da una fretta spietata che ci ha fatto perdere di vista l’ Uomo ed il suo benessere.


Nulla di ciò per cui, oggi, ci affanniamo, ha un reale significato. Eppure gli esempi sono tutti mirati all’accumulo dell’inutile che invece di darci benessere e serenità rimanda ad ulteriori ansie ed affanni.

Non è un modo intelligente di vivere, sia dal punto di vista della salute, che per ciò che riguarda il vivere quotidiano, economia, politica, socialità.


Siamo bombardati da spot di consumi inutili, mangiamo troppo e male, spesso per noia, diventando obesi e malati nell’assunzione di cibi che neanche ci appartengono per cultura, contagiando, quel che è peggio, i nostri figli. Passiamo ore a rincoglionirci davanti alla Tv che alimenta la nostra sete di nulla, dimenticandoci lo sport, le arti manuali di svago, la lettura, gli amici che certo sarebbero più ”nutrienti”.


Siamo diventati avvezzi agli sprechi di ogni genere come se le risorse del pianeta fossero infinite.

Nauseati dalla politica, o meglio quello che ci spacciano per essa, non siamo più in grado di far leva, per determinare le scelte di un popolo. Abbiamo consegnato la nostra vita nelle mani di pochi ladroni senza scrupoli. Insicuri nelle nostre città, nelle nostre case, arroccati nella difesa di un posto di lavoro che a stento ci consente di sopravvivere, sperando che non capitino imprevisti, forse si riescono a pagare tutte le tasse.


La giustizia è per i pochi che se la possono, ancora, permettere. Le banche, su disegno mondiale, hanno escogitato sistemi di usura legalizzata fino a privarci della sovranità monetaria, diventando nemiche da cui difendersi. La socialità dell’uomo è diventata competizione, non c’è solidarietà, né fiducia.

Burattini stanchi e remissivi, ci lasciamo avvelenare, ogni giorno, da ciò che, gli assetati di potere e danaro, hanno scelto per noi.


La solitudine tra la folla diventa il male del secolo.


Troviamo che sia arrivato il momento di rivedere le scelte, aumentare la nostra consapevolezza e cominciare un processo di Educazione alla Vita, per lasciare una via ai nostri figli.

 

LOGO LABORATORIO

 

Con tag CONFEDERATIO

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post