Siria, falsi giornalisti agenti del MI6 e le BUGIE dei Media Occidentali

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Normalmente avrei voluto descrivere la misteriosa morte della giornalista Marie Colvin in Homs e del suo collega Remi Ochlik, ma ho voluto aspettare un pò dato che giravano voci un pò strane su questi giornalisti e su quelli che sono ancora attivi “Illegalmente“ nella città di Homs in Siria, (nella foto sopra il giornalista Conroy mentre posa con gli islamisti che erano attivi anche in Libia, Harati e Belhadj).

Voltaire è riuscito ad ottenere le foto dove si possono riconoscere agenti del MI6 camuffati da giornalisti assieme a terroristi ricercati dagli USA e dal UK, uno di questi è Paul Conroy che è stato descritto come un eroe dal Sunday-Times dato che ufficialmente lavorava per loro, cosi come la giornalista Marie Colvin anche lei illegalmente entrata a Homs e che nel momento in cui è morta accidentalmente indossava una divisa militare come il suo collega Ochlik, cosa che i media non hanno voluto descrivere.

Adesso spunta fuori che molti “giornalisti“ entrati illegalmente a Homs si intrattenevano in una base segreta dei ribelli, il 26 Febbraio il Sunday Time mette in prima pagina le parole dette da Conroy dopo l'avvenuta esplosione nella quale rimane ferito gravemente: "…lasciatemi stare qui, salvati tu stesso" ..queste sono parole che io non dimenticherò mai disse un attivista, questo scambio di parole mi suonano un pò strano, cioè vuole far capire che non vuole lasciare da solo il cadavere della Colvin mentre lui è ferito gravemente e rifiuta di essere trasportato dalla Croce Rossa in Ospedale? Rischiando di morire anche lui?

La Croce Rossa era stata chiamata e lasciata passare appunto perché si sapeva che “Giornalisti“ stranieri erano stati colpiti da una granata, mentre lui si rifiuta di essere salvato precisando che non si sentiva al sicuro dentro l’Ambulanza, il Sunday Time precisa in prima pagina nell’edizione del 26.02.2012 che alle ore 16-17 che poteva essere evacuato ma che il 24.02.2012 ha rifiutato di essere trasportato tramite la Croce Rossa Internazionale in salvo perché non si fidava. Mi chiedo.. di cosa aveva paura Conroy per rifiutare di essere trasportato in Ospedale nonostante ad aspettarlo c’erano i consoli Francese e quello Inglese che erano stati portati li ad aspettarlo dopo aver preso contatto con le autorità Siriane che erano pronte ad ogni evidenza bellica da parte dei ribelli, ..semplice Conroy era stato fatto entrare illegalmente dalle forze speciali Inglesi, era un agente del MI6 come tanti altri infiltrati che si spacciavano per giornalisti dopo essere stati fatti prigionieri dai soldati Siriani, cosi come lo era la Colvin, in questa foto la si vede in assieme ai Ribelli NATO in Libia dopo aver partecipato ad un agguato a delle forze dell’Esercito Libico.

Nella città di Homs e dintorni si trovano 15.000 mercenari addestrati dalla Francia, Inghilterra e Turchia, più di 1800 sono stati fatti prigionieri, 13 sono di nazionalità Francese e appartengono alle forze speciali e ai Servizi Segreti, per questo negano la loro identità, provenienza e grado, sanno che NON Possono usufruire dell’immunità come Militari dato che si tratta agenti e dal fatto che la Francia non ha ufficialmente dichiarato guerra alla Siria, ma ha infiltrato i suoi agenti con lo scopo di destabilizzare il governo Siriano sparando sui dimostranti e uccidendo migliaia di soldati Siriani assieme ai Ribelli.

Chi era veramente Marie Colvin e da chi è stata uccisa?

Bene, siamo curiosi di sapere come e da chi è stata uccisa la Colvin, i medici che hanno visto il corpo martoriato della Colvin hanno trovato tracce di esplosivo che viene usato per fabbricare IED, quei ordigni che vengono messi ai bordi delle strade in Afganistan per far saltare in aria i mezzi della NATO o USA, nessuna traccia di esplosivo contenuto nelle granate di mortaio come hanno voluto far credere tutti i media occidentali, uno dei medici ha trovato uno dei tanti AGHI che vengono introdotti i questi ordigni rudimentali, conficcato nella testa della Colvin, adesso potete anche chiedervi il perché il governo Francese ha voluto di forza portare via i corpi dei due giornalisti senza che sia stata data la possibilità di fare un'accurata autopsia da parte del governo Siriano.

Probabilmente stavano costruendo uno di questi ordigni e lei si trovava nelle vicinanze assieme al suo collega dato che i corpi si trovavano uno sopra l’atro e vestiti con divise militari, tutti gli altri feriti e agenti avevano paura di essere trasportati con le Ambulane negli ospedali consapevoli che li avrebbero beccati con le mani nel sacco, per questo dicevano che i Soldati Siriani non facevano passare le Ambulanze con i soccorsi mentre erano i ribelli e le truppe speciali Inglesi che li ostacolavano al fine di dare tempo agli agenti/giornalisti di essere trasportati in Libano clandestinamente, anche il cadavere del giornalista francese Gilles Jacquier ucciso dai Ribelli NATO durante una manifestazione pacifica e sospettato di essere un agente dei servizi segreti Francesi fu “rubato” tramite un’azione da commando per poi essere trasportato in Francia senza che sia stato possibile fare una Autopsia sul suo cadavere.

A quanto sembra tutti quelli che vengono spacciati per giornalisti sono in realtà tutti agenti Inglesi e Francesi, si sà che il Sunday Time è controllato dal MI6 e usa lo statuto “Presse” per infiltrare i suoi uomini dalla parte dei “buoni”, solo l’AFP fino ad oggi ha dimostrato di NON essere a partito e di usare i suoi corrispondenti come agenti, Conroy si premurava che tutta l’attrezzatura sua e dei suoi colleghi non cadesse nelle mani dei soldati Siriani, dato che si trattava di attrezzatura da spionaggio che mai e poi mai può far parte dell’attrezzatura di un giornalista.

L’articolo sul Sunday Time dove si annuncia che la missione per salvare il loro agente/giornalista è fallita

..meno male che questi ribelli hanno la lingua lunga e spifferano chi li addestra e chi gli passa le armi.

Anche i giornali iracheni confermano che Al Qaida è operativa in Siria e che è stata operativa in Libia a fianco della NATO e che da quando sono iniziate le ostilità in Libia e Siria, gli attentati sono diminuiti del 50%, chiaro.. sono tutti li a sostenere i loro amici della NATO, mentre soldati NATO travestiti da Talibani fanno saltare per aria i loro commilitoni e Alleati ..perverso no?

Mentre l’America conferma che in Siria ci sono truppe straniere attive per aiutare i ribelli, la Francia e l’Inghilterra continuano a negare, cosa ci dice tutto ciò? Come il Libia, l’America comincia e poi lascia la patata bollente nelle mani dei suoi alleati che come sempre devono mettersi alla pecorina e assorbire le banane, mentre stanno preparando le altre banane più grosse dando a Israele armamenti e Bombe perforanti da 1000Kg aerei da "trasporto compresi" per una prossima guerra contro l’Iran che per il momento sembra scongiurata dato che Netanyahu ha ottenuto quello che voleva con le minacce di trascinare gli USA in una guerra contro l’Iran.

PS: speriamo che stavolta usano tutta la classe politica Europea come giornalisti da mandare in Iran.

Fonte: Mentereale – Scritto da: Corrado Belli

siria

Con tag Paesi Arabi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post