Rinascita, il quotidiano degli uomini liberi

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Di: Stelvio Dal Piaz pubblicata su Rinascita

 

Caro Direttore
Il quotidiano Rinascita sta assumendo un ruolo sempre più importante nel panorama dell’informazione politica nonostante l’ostracismo ufficiale di cui è fatto oggetto.


Il concetto secondo cui non c’è libertà senza verità sta entrando nella testa di sempre più larghi strati del  popolo italiano soprattutto a livello giovanile e non v’è dubbio che una delle caratteristiche assunte dal giornale da te diretto sia stato quello di divulgare con coraggio e determinazione verità ufficialmente nascoste o travisate. E non solo per quanto riguarda il passato, ma particolarmente per tutto quello che sta avvenendo, sia a livello interno che internazionale, in questo periodo e, quindi, su problemi di grande attualità ed interesse. Non esiste, allo stato delle cose, altro organo di informazione quotidiana che svolga con coerenza e correttezza questa importante funzione pedagogica.


Nel mio peregrinare per l’Italia e anche attraverso contatti personali di carattere occasionale, ho avuto modo di scoprire che sono nate, per germinazione spontanea, piccole realtà “alternative” all’esistente in campo politico e sociale; autonome e non collegate fra di loro in modo organico, ma che tendono a mantenere accesa la fiamma della ribellione al sistema imperante, ormai consapevoli che la “crisi” è nel sistema e del sistema: ed è crisi globale.
In tale contesto, che a mio parere non è eccessivo definire “pre rivoluzionario”, le potenzialità aggreganti e di iniziativa del quotidiano Rinascita devono esplodere, devono manifestarsi con intelligenza e – ovviamente – anche con la opportuna valutazione del rischio, perché non è nostalgia e non è retorico ricordare che proprio intorno ad un giornale portatore di Idee e di un progetto politico nacque a suo tempo una “rivoluzione” che modificò – anche se con la necessaria gradualità – l’assetto politico istituzionale dell’Italia.
Al momento non è facile prevedere quando avverrà il “big-bang” del sistema, un collasso che però il sistema stesso non è più in grado di evitare e che, al massimo, potrà solo tamponarne le falle e prolungarne l’agonia. E allora: carpe diem!
Caro Direttore, prendi questo mio modesto messaggio quale contributo personale di apprezzamento per il lavoro che stai svolgendo e come stimolo per “osare” insieme a tutti coloro che si renderanno disponibili a fattivamente collaborare.
Con stima
Stelvio Dal Piaz


Caro Stelvio
Intanto, e soprattutto, ti ringrazio della stima per il nostro lavoro e per lo sprone ad andare oltre. Senza questo sostegno - fondamentale e per fortuna non raro, nel nostro parallelo “peregrinare” - la solitudine della verità diventerebbe greve. Hai ragione. La nostra esistenza, benché ostracizzata, è di notevole fastidio a un sistema avviato al crack....

 

E comunque è nostra la scelta di questa ripida strada, di “osare”, di rischiare una iniziativa libera, non “omologata”.
Allarghiamo l’orizzonte: ben venga la costruzione, con giudizio, di una tela nazionale, europea, fatta di tanti nodi e di tutti gli intrecci necessari a costruire il disegno.


Ritengo essenziali due condizioni. La prima l’hai tu stesso indicata nell’apprezzare Rinascita per le notizie o soluzioni vere su quanto accade oggi nel mondo. Non dimenticando il passato, lo sguardo al futuro. La seconda è metodologica. Distruggere l’arcipelago spontaneo e aggregare ogni energia vitale in una prima, festosa e gagliarda, battaglia politica comune...  (u.g.)

 


43489_11861_1184609054303_1200565450_30488803_3399138_n.jpg


 


Con tag INTOX

Commenta il post