Pensieri di un Ribelle ed di un Esteta

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Di Paolo Signorelli

"....e ti ritrovi catapultato in quella canagliesca topologia che accomuna tutti i ribelli come lui che da neopagani si rifanno a una celtica su cui non si può sputare. Senza farti seghe mentali vedi un paesaggio popolato da inquieti cercatori di segreti runici, ma declinati nell'oggi, come un memoriale di cui non puoi fare a meno perché è una seconda pelle. E' una dannata genia di gente in rivolta con il proprio tempo, meravigliosamente solitari, inguaribilmente puttanieri"

 "A tutti coloro che sono rimasti coerenti", replica. Perché "sarà pure un mondo di merda ma di persone coerenti ce n'è ancora. Le fiuti, sai che non tradiscono, sai che ci saranno sempre".

Come darti torto, vecchia canaglia?

bello e buono


 


Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post