Libia: Arriva a sorpresa l’altolà della Lega Araba:”Ciò che state facendo è diverso dal voler proteggere i civili”.Ricordando ai “volenterosi”il divieto di “invasione o occupazione”.

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da: gexplorer

 

La Lega Araba prende le distanze dai bombardamenti sulla Libia.Proprio mentre il ministro della Difesa Ignazio La Russa comunicava di aver notificato ufficialmente “al segretario generale e alla Lega Araba l’adesione dell’Italia alla coalizione che intende dare seguito alla risoluzione Onu 1973 per salvaguardare la vita dei civili libici” e mentre il ministro degli Esteri Franco Frattini sottolineava in un’intervista telefonica a Canale5 l’importanza di avere il sostegno della Lega Araba in questa azione militare, dal segretario generale della Lega Araba Amr Moussa è arrivata una dichiarazione secca e preoccupata.

“La protezione dei civili non richiede operazioni militari”, ha sottolineato Moussa. “Quello che è successo è diverso dall’obiettivo di imporre una no fly zone e quello che vogliamo è proteggere i civili e non bombardarli”. E ha ricordato che la risoluzione 1973 del Consiglio di sicurezza sulla Libia afferma il divieto di ogni tipo di “invasione e di occupazione”.

Poco prima Frattini aveva sottolineato l’importanza del coinvolgimento nella cosiddetta “coalizione dei volenterosi” di alcuni paesi non inseriti nelle alleanze occidentali. “Questi paesi – dice – hanno dato, in primo luogo, un aiuto politico è questo non c’era mai stato, né in Iraq, né in Afghanistan dove anzi i Paesi della Lega Araba erano stati contrari all’intervento occidentale. Qui, invece sono favorevoli, ci hanno detto che sosterranno attivamente la coalizione internazionale; il Qatar e gli Emirati stanno definendo il loro apporto operativo, la stessa Turchia, che aveva avuto delle riserve, si sta adesso preparando a collaborare, a rispetto di una risoluzione internazionale che ha una ragione umanitaria rispetto alla quale tutto si deve fermare”.
“Se noi vogliamo proteggere i civili libici dagli attacchi indiscriminati delle forze di Gheddafi – aggiunge – tutto il mondo deve essere unito intorno a questo obiettivo. Mi permetto di dire che l’Italia ha una tradizione storica di protezione e di difesa dei diritti umani, dei diritti dei civili e non potevamo rimanere indietro in un momento come questo.”

article-1368028-0B42735100000578-930_964x641.jpg


Con tag Italia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post