L' ESERCITO EGIZIANO NON INTERVIENE. Lo zio di Ruby Rubacuori nel letame.

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

L' ESERCITO EGIZIANO NON INTERVIENE. Lo zio di Ruby Rubacuori nel letame.
FINE DELL' ASSEDIO DI GAZA IN VISTA ?
Si avvicina l'apertura di un altro fronte, e che fronte, a sud di " ISRAELE " ?
IL XXI° SARA' UN SECOLO DI LOTTA E DI VITTORIA

 

Violenti scontri tra centinaia di manifestanti e polizia a Ismaelia, con fitte sassaiole. Trenta gli arrestati, secondo fonti locali. Disordini anche a Suez dove i manifestanti hanno tentato di appiccare il fuoco ad un posto di polizia.


Sono in corso violenti scontri anche con scambio di colpi d'arma da fuoco nel Sinai, in una località a circa 10 chilometri da Gaza. Lo riferiscono fonti locali spiegando che i manifestanti sono circa diecimila e che hanno anche bloccato l'autostrada internazionale che collega l'Egitto ad Israele.

Fonti locali riferiscono che la località di El Sheikh Zouayed fra El Arish e Rafah sembra un campo di battaglia. Tutti i negozi sono chiusi e manifestanti e polizia si stanno scambiando colpi di arma da fuoco.


Una calma carica di tensione regna al Cairo e nel resto dell'Egitto in attesa della grande protesta convocato dagli organizzatori della prima giornata della collera per domani mattina, dopo la preghiera del venerdi'. In vista di questa occasione rientrera' questa sera al Cairo anche Mohammed El Baradei, ex capo dell'agenzia atomica internazionale e uno dei leader piu' conosciuti, anche all'estero, dell'opposizione egiziana.


La giornata di domani si prospetta particolarmente calda perche', anche se non ufficialmente, i fratelli mussulmani hanno fatto sapere di volere aderire. Finora il movimento islamista non si era particolarmente esposto, anche se il ministero dell'interno egiziano lo ha accusato da subito di essersi infiltrato tra i manifestanti per generare il caos.


Dopo i violenti scontri che hanno segnato la giornata di ieri, sono saliti a mille gli arresti e 40 persone sono state incriminate dalla procura generale per tentato golpe. In mattinata al Cairo, ed in altre localita' egiziane, sono ricominciati piccoli assembramenti di manifestanti e sempre in mattinata le contrattazioni alla borsa egiziana sono state sospese per circa mezz'ora, dopo aver registrato un tonfo di circa il 6%.

 

RIVOLTA

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post