L`effetto domino giunge in Egitto: violenti e sanguinosi scontri contro il presidente-dittatore Mubarak

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da: RINASCITA

di: Ugo Gaudenzi

 

Da trent’anni Hosni Mubarak ha imposto al suo popolo un inverecondo stato di sudditanza e di sottosviluppo. Dalla morte del suo predecessore, Sadat, ucciso dai fondamentalisti islamici, in Egitto vige lo “stato di emergenza”: niente scioperi, manifestazioni o incontri pubblici; censura e chiusura degli organi di informazione invisi al regime; monitoraggio della corrispondenza e delle chiamate telefoniche, arresti e fermi giudiziari senza accuse circostanziate. Uno “stato di emergenza”, la cui scadenza era prevista per il prossimo 31 maggio, di recente prolungata da un parlamento farlocco per ulteriori due anni, al fine di non turbare una indolore successione, pilotata.

DownloadedFile.jpeg 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post