Iran, Summit Disarmo: nuova invettiva sul trattato di non proliferazione

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

 

Da: IRIB

Il ministro degli degli Affari Esteri iraniano, Manoucher Mottaki ha definito la messa in atto del Trattato di non Proliferazione Nucleare (NPT) come il principale obiettivo del summit internazionale di Teheran sul disarmo.

Per rendere nota la linea del governo iraniano, il ministro in un lungo intervento alla fine della seduta ha affermato: “Dobbiamo tener presente che il NPT fu costituito sulla base di tre principi fondamentali: il disarmo nucleare, la non-proliferazione delle armi nucleari e l’uso pacifico dell’energia nucleare.

Cosa ne è stato di questi tre pilastri portanti? La risposta è deludente. A causa di approcci scorretti, discriminatori e selettivi da parte degli Stati nucleari, il perseguimento di un giusto equilibro di questi tre principi è stato del tutto ignorato; la verità sacrificata al risultato del lavoro incessante della macchina di propaganda di coloro che credono che la forza crea il diritto”.  

Mottaki ha in seguito aggiunto: “Gli Stati firmatari e non nucleari del Trattato ne accettarono la natura discriminatoria, convinti che l’equilibrio fra i tre principi fondanti potesse assicurare il più ampio scambio possibile di energia nucleare con intenti pacifici, oltre all’attuazione degli impegni assunti in materia di disarmo e la completa eliminazione delle armi nucleari.

Inutile ricordare che quegli impegni in materia di non proliferazione non sono stati onorati da alcuni Stati parti nucleari, poiché essi hanno fornito assistenza a Stati non parti del NPT al fine di acquisire armi nucleari o sviluppare ulteriormente tali ordigni disumani.

Mottaki in seguito, riferendosi alle affermazioni del sommo leader della rivoluzione islamica che aveva definito come Haram e cioè, vietato dalla religione islamica, l’uso delle armi di distruzione di massa ha auspicato la presenza degli esperti religiosi di altre fedi alla conferenza di Tehran del prossimo anno per esprimere le loro opinioni riguardo le armi atomiche.

Il vertice iraniano sul nucleare – il cui motto è stato energia nucleare per tutti, armi atomiche per nessuno  terminata oggi nella capitale iraniana ha riscosso un grande successo, soprattutto a causa della forte posizione della Repubblica Islamica nello scacchiere internazionale. 

                                       187.jpg

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post