Il teatrino squallido di Bastia Umbra

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da: CONTROSTORIA

 

A chiosa della convulsa domenica piovosa e ventosa testé trascorsa e delle ciance dette in quel di Bastia Umbra, il sottoscritto ha da fare alcune considerazioni.Chi scrive si ricorda una battuta di un leghista frondista nel 1994/95 durante la crisi che portò al ribaltone ed al governo di Dini, sull'attuale premier recitante testualmente “non mi capacitò di come uno che ha almeno 40.000 (quarantamila) dipendenti possa essere così pirla!”questo per essere caduto come un pollo in un trucchetto di Maroni. Parliamoci chiaro il Cavaliere non è mai andato al salotto buono degli industriali e dell'alta finanza, lo consideravano un parvenu, e poi voleva fare affari senza aspettare il consenso di lor signori. E facendo i suoi affari riusciva a fare anche gli affari del paese per quanto la nostra condizione di sovranità limitata potesse permettercelo.

 

Ora questo non piaceva ai nostri padroni d'oltre atlantico. Come ha giustamente rilevato in un suo articolo Giulietto Chiesa gli USA stanno andando in bancarotta e sentono che non possono più essere la prima potenza , l'Impero. Non hanno mai avuto neanche un animus imperiale del resto. Sono stati una Cartagine più grande e più fortunata, più duratura. Ma non credo , e non sono il solo ,

che dureranno a lungo.


Quindi non possono permettersi di perdere il controllo su quella che è stata per decenni la loro Bulgaria, quindi Berlusconi, che nel fare gli affari suoi faceva anche una politica estero-economica sgradita a loro, ma anche ai veri padroni dell'America, ovvero i grandi speculatori finanziari, doveva essere messo in condizioni di non nuocere.

Vista la cronica incapacità dell'opposizione di stracciaculi che corrisponde alla sinistra ed al centro, che sarebbero ottimi camerieri di lor signori, che dopo esser riusciti con il loro governo dal 2006 al 2008 a far rimpiangere il governo Berlusconi dal 2001 al 2006, non sono riusciti in due anni a fare una politica d'opposizione seria, e si che di argomenti ce ne sarebbero stati, e si sono dovuti attaccare prima ai giudici, che in 16 anni di accanimento gli hanno fatto come si dice dalle mie parti come fa “Rosina all'uomo” ( ovvero una sega!), ( non capisco il perché appunto di impuntarsi sul lodo Alfano, e tutto quello schiamazzare contro i giudici da parte del berluska, almeno che non fosse per suscitare in noi la sindrome del Calimero, ovvero dire cavoli ce l'han tutti con lui!) oppure

ai vari scandali che il Premier riesce a suscitare con le sue manie da attempato puttaniere, in cerca di carne fresca, anche quello però non è servito ad un tubo in quanto agli italiani , se un politico va a donne non glie ne può fregare di meno, anzi se va a donne non avrà la foia , propria di altri politicanti, di ficcarlo in quel posto al popolo.


C'erano altre questioni su cui attaccare il Premier, quali una politica estera sempre più prona a USA e Israele, oppure delle opere di macelleria sociale, tipo il negare la pensione ai Down e ad altri invalidi, e così via, ma a ben vedere, con che faccia la Sinistra avrebbe potuto seriamente portare un'opposizione credibile su questi argomenti? Loro che avevano messo la soglia per la non presentazione della denuncia fiscale da tremila € a cinquecento, il che vuol dire che tutti anche i poveri avrebbero dovuto pagare, loro che avevano permesso che alla Thyssen Krupp i dirigenti potessero scamparla dopo che degli operai erano arrostiti come tacchini, loro che avevano continuato ad essere ascari degli Americani, veramente avrebbero potuto attaccare il premier su questioni serie? Non facciamo ridere per favore! Le uniche sconfitte dell'attuale coalizione di governo, sono venute grazie a cavolate commessa dalla coalizione stessa!

 


Così il compito di affossare il cavaliere è stato dato a gente interna. In questo costoro son stati aiutati dall'idiozia dell'uomo. Già nel 2001 avrebbe dovuto capire che cariche che sembrerebbero solo sinecure possono diventare spine nel fianco. A certe cariche specie se istituzionali, vanno messi solo persone super fidate. Gli alleati devono diventare ministri ed assumersi responsabilità di governo, in modo che si sputtanino anche loro e che possano essere sfiduciati, se alzano troppo la cresta.


Come Casini dal 2001 al 2006 , così Fini è stato messo in un posto da cui nessuno può mandarlo via. La stronzata immane del presidente della Camera, così come il Presidente del Senato o della Repubblica, come uomini al di sopra delle parti, è indice di non aver voluto capire la natura del politicante. L'assunzione di quella carica non cancella per miracolo, anche se la persona in questione lo volesse, il suo vissuto e le sue ambizioni. Che nel caso di un mediocre saranno sempre sproporzionate al suo valore effettivo.

Ecco perché il premier si trova adesso con una serpe cresciuta in seno. Forza Italia avrebbe potuto tranquillamente trasformarsi in un partito con militanti pronti ad intervenire e ad appoggiare sulle strade l'operato del premier, ovviamente se il Premier avesse voluto costruire una propria classe politica dirigenziale e non i propri amici e le proprie amiche.


La consapevolezza nell'ex AN che sarebbero stati spazzati via era ormai venuta alla luce dopo le ultime regionali, ove nomi torici di AN erano stati trombati e alla grande.

Quindi FLI altro non è che il tentativo di sopravvivere da parte di coloro che si erano suicidati da soli nel 2008. Berlusconi avrebbe dovuto pensarci, non l'ha fatto ed ora si trova , stanti anche le cavolate da lui fatte a livello mediatico ( alla faccia del comunicatore!), a dover affrontare una vera e propria congiura di palazzo! L'unica cosa che deve fare adesso, non è dimettersi ma spingere FLI a sfiduciarlo, in modo che i finiani si assumano le responsabilità della crisi.


E magari mettere mano ad una nuova legge elettorale. Ah, finché la costituzione rimane questa , le dichiarazioni tipo “qualsiasi maggioranza che non sia quella uscita dalle urne, è un tradimento della sovranità popolare” è anche questa un'immane cavolata! Qualsiasi governo che abbia una maggioranza parlamentare può governare fino alla fine della legislatura, punto.


Il resto sono chiacchiere!

Dato che non ho interesse per i ludi cartacei da ormai parecchio tempo, questa è solo un'analisi spassionata.

 

                                                       lapr 14150025 15170


Con tag Italia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post