IL BILDERBERG E I PADRONI DEL MONDO

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Dal report veniamo a sapere che, «gran parte delle più ricche élite occidentali avevano tenuto un incontro segreto senza precedenti a New York, indetto e presieduto da» David Rockefeller, «per progettare la fine del dollaro.

Una dozzina delle persone più ricche del mondo si sono incontrate dietro invito di Bill Gates e Warren Buffett per parlare di come dar via dei soldi». L’incontro si è tenuto alla Rockefeller University e ha incluso noti filantropi come Gates, Buffet, il sindaco di New York Michael Bloomberg, George Soros, Eli Broad, Ophra Winfrey, David Rockefeller Sr. e Ted Turner.

Un partecipante ha dichiarato:«Non era segreto», ma che «doveva essere una riunione tra amici e colleghi. Qualcosa di cui si è discusso per molto tempo. Bill e Warren speravano di farlo occasionalmente. Hanno spedito un invito e la gente è venuta».

Il direttore di Chronicle of Philantropy, Stacy Palmer ha commentato: «Considerata la serietà di questo momento economico, non credo debba sorprendere che questi filantropi si siano riuniti» e che, «Non sono soliti ritrovarsi per chiedere consiglio a vicenda». I tre ospiti dell’incontro erano Buffett, Gates e David Rockefeller. «Al meeting i partecipanti hanno fermamente rifiutato di rivelare l’argomento di discussione. Alcuni hanno citato un accordo per tenere la riunione confidenziale. I portavoce Buffett, Bloomberg, Gates, Rockefeller, Soros e Winfrey ed altri hanno doverosamente declinato di fare commenti, nonostante la conferma di alcune presenze».

 I report indicano che, «hanno discusso come dirigere in crollo globale ed espandere le loro attività caritatevoli durante la crisi». Il britannico “The Times” ha riferito che questi «milionari importanti si sono incontrati segretamente per valutare come la loro ricchezza potrebbe essere usata per rallentare la crescita della popolazione mondiale» e che «hanno parlato di unire le forze per superare gli ostacoli politici e religiosi che si oppongono al cambiamento».

 Da notare che, «la sessione informale pomeridiana è stata così discreta che ad alcuni assistenti dei bilionari è stato detto che si trovavano in “briefing di sicurezza”».

 Inoltre, a ciascun bilionario sono stati dati 15 minuti per presentare la sua causa preferita. Dopo cena hanno discusso di come poter predisporre una “causa ombrello” che assicuri i loro interessi, ed è stato deciso che «hanno concordato che la sovrappopolazione sia una priorità».

 Infine, «è emerso un consenso per sostenere una strategia in cui la crescita della popolazione possa essere contrastata come una potenziale minaccia ambientale, sociale e industriale» e che,«hanno bisogno di essere indipendenti dalle agenzie di governo, che non sono in grado di prevenire il disastro che si sta prospettando». Un invitato ha detto che, «volevano parlare da ricco a ricco senza preoccuparsi che qualsiasi cosa avessero detto finisse sui giornali, dipingendoli come un governo mondiale alternativo».

                      banditi.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post