Gb/ Nick Clegg: illegale la guerra in Iraq, gaffe o ammissione?

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

LONDRA - Il governo di coalizione inglese è entrato per la prima volta nella bufera. L'invasione dell'Iraq fu illegale. Lo ha detto il vice primo ministro Nick Clegg intervenuto alla Camera dei Comuni.

 Parlando con Jack Straw, ministro degli Esteri laburista dal 2001 al 2006, Clegg ha auspicato che l'ex ministro possa spiegare "tutto ciò che facciamo nel governo di coalizione". E ha aggiunto: "Forse un giorno lei potrà spiegare il suo ruolo nella decisione più disastrosa che sia stata presa, cioè l'invasione illegale dell'Iraq".

Per la stampa inglese si è trattato di una gaffe da parte di uno che parlava in qualità di vicepremier e a nome del governo, un governo in cui molti conservatori – tra cui David Cameron – hanno votato a favore dell'invasione irachena insieme ai laburisti di Tony Blair.

"Le sue parole – commenta The Independent – possono essere interpretate come un'ammissione ufficiale da parte della Gran Bretagna che l'azione militare intrapresa sette anni fa era illegale". Chiuso il dibattito alla Camera, l’ufficio di Clegg ha tentato una marcia indietro: "Il vice primo ministro ha espresso il suo storico punto di vista sulla legalità del conflitto iracheno", esprimendo un’opinione personale.

La gravità delle affermazioni, però, resta. Come spiega al Guardian Philippe Sands, docente di Legge al University College di Londra, “una dichiarazione pubblica da parte di un ministro in parlamento potrebbe richiamare l’attenzione di una corte internazionale, interessata a capire se se la guerra fosse o meno legale”.

Cameron, attraverso il portavoce di Downing Street, ha preso le distanze dalle affermazioni del suo vice: forse, però, gli converrà tornare presto a Londra. Almeno prima del prossimo question time.

                                         4776924f9ed64d2a0a2a1d863bf0276e_L.jpg

Con tag INTOX

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post