FLAVIO CLAUDIO GIULIANO

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Di: Steno

Anche se tutti (quasi tutti…) dimenticano Le invio,se vorrà pubblicarlo, questo comunicato. Il Personaggio lo merita. Grazie per ciò che potrà fare. Steno Lamonica.     “ L’Associazione Pagana “ARETE’” –consultabile sull’home page del  sito www.ereticamente.net - ricorda che oggi 26 giugno.

 Il Paganesimo Indoeuropeo  è in lutto essendo  l’Anniversario –probabilmente un assassinio secondo alcuni sospetti già insinuati all’epoca- della morte dell’Imperatore FLAVIO CLAUDIO GIULIANO, ingiustamente passato alla Storia con l’infamante termine dell’Apostata. Egli,nel suo breve ma intensissimo,governo, cercò di ricondurre l’Impero ed i suoi popoli al ripristino del Culto degli Dei, minacciato e minato –con i mezzi e metodi che indussero K.Deschner a scrivere l’insuperabile “STORIA CRIMINALE DEL CRISTIANESIMO,Ariel Editore- dal monoteismo  cristiano, una religiosità mondialista e cosmopolita che verrà poi concretizzata nel Marxismo come Oswald Spengler scrisse.

L’imperatore riaprì i Templi Pagani,rafforzò lo studio della Filosofia Pagana di Platone , le Statue degli Dei degli Avi Indoeuropei ritornarono ai confini dell’Impero. Scrisse,quasi presago della Sua breve vita,  il celebre “DISCORSI CONTRO I GALILEI” –così Egli definiva i Cristiani- uno dei numerosi gioielli editoriali delle Edizioni di AR e della Collana Paganitas (www.edizionidiar.com) di cui raccomandiamo la bellissima lettura .

Morì a soli 33 anni, l’Impero Romano spalancò le porte al Cristianesimo ed al suo internazionalismo cosmopolita. L’Umanità,attonita,vedrà laghi di sangue:Guerre di Religione,Inquisizione (“Santa” dicono loro…),Crociate,genocidi orrendi in America Latina.

Furono aboliti i Giochi Olimpici (accusa:sono pagani!),umiliata e proibita la Scuola Filosofica di Atene,autentico oltraggio al sapere, distrutte con i roghi –una costante in certe religioni…-  le Biblioteche (nel sapere Pagano si nasconde Satana!...) con capolavori persi per l’eternità, fuse o fatte a pezzi le Statue degli Dei di artisti celeberrimi di cui mai più l’Umanità potra’ goderne lo spettacolo,cancellati con l’odio più gretto centinaia di Templi con le loro immense opere d’arte,molti trasformati in stalle o case di tolleranza per sfregio, proibiti i Culti pubblici e persino Privati agli dei degli Avi con LA PENA DI MORTE, letteralmente trucidato l’Ordine Sacerdotale Pagano contro  moltissimi Filosofi rimasti fedeli alla Cultura Pagano (Ipazia  di cui il recente film fu una delle tante vittime).

E non andiamo oltre. Tutto ciò avveniva con il canto  “ALLELUHJA” che tradotto dall’ebraico significa “GLORIA A YHAVE’”.Ci inchiniamo alla Memoria dell’Imperatore FLAVIO CLAUDIO GIULIANO, difensore della Spiritualità Politeista;Egli  non prese la strada della Galilea e Sinai (“Monte dell’Odio” significa Sinai…) ma i sentieri luminosi dell’Olimpo e Parnaso.”.arete776@libero.it

 

images-2.jpeg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post
A


Vecchio Steno, vedo che non sei cambiato nemmeno un po'...



Rispondi