COMUNICATO CONFEDERATIO

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Non più destra, non più sinistra, non più etichette.

In merito agli ultimi accadimenti ed avvertimenti, ci sentiamo in dovere di chiarire la nostra 

posizione definitivamente, per non incorrere, come altre volte è accaduto, nell’errore di peccare di chiarezza dando per scontato che determinati principi fossero condivisi.

La Confederatio, ovvero “Fronte di Liberazione Nazionale”, nasce nella speranza di creare una sinergia operativa ed ideale tra comunità di popolo che si sentano libere, identitarie,

 consapevoli, che attraverso lo strumento di una strategia capovolta accelerino o minino la vita del sistema Stato cercando di essere “invisibili” o meglio non catalogabili.

Nell’aderenza al  concetto di “non catalogazione” è da intendersi il rifiuto “assoluto” a vestirsi con le divise cucite apposta per noi dal sistema stato, dai “camerieri delle banche”, che si usa definire ideologie.

L’ideologia, in luogo dell’idea è una costruzione artificiosa da laboratorio che imprigiona la 

coscienza dell’individuo musealizzandola, noi, da rivoluzionari, non possiamo accettare questo stato di sudditanza, noi ci sentiamo trasportati avanti dall’Idea e solo da Essa.

Le realtà associative che hanno aderito alla Confederatio per il Fronte di Liberazione Nazionale non si sentono di aver tradito alcuno schema tracciato nel marzo di un anno fa, durante 

l’incontro di Roma, quando si è chiaramente parlato di strategia capovolta, quando si è

 dissentito a gran voce da accordi elettorali, quando ci si è ritenuti simili e rivoluzionari; né pensano di aver travalicato lo steccato dell’identità, quando ad Isola Farnese hanno applaudito, con lo spirito, al commovente intervento di Dal Piaz, che invitava i presenti a tenere le ragioni del cuore distanti dal “Progetto”.

Bisogna uscire dal “tunnel del fascismo”, definitivamente e volontariamente, senza alcuna 

costrizione, non perché non ci sentiamo in linea con quel periodo storico, né per tentare abiure carrieriste, ma perché è necessario per la costruzione di un progetto politico che abbia un

 futuro dignitoso.  Siamo consapevoli di non nascere dal nulla, ma allo stesso modo di non 

nascere dal ventennio, o meglio di non nascere dal ventennio più di quanto non possiamo dirci figli dell’antica Grecia e di Roma o del pensiero ghibellino. Le sbornie retoriche di chi vuol 

nascondere una mancanza di progettualità gridando slogan conosciuti, ostentando una 

purezza macchiata dalla mancanza di sondabilità, rimangono un mezzo per creare un ghetto non per uscire e parlare al popolo facendosi ascoltare.

La nostra Confederatio (Fronte di Liberazione Nazionale) è quella che supera gli steccati 

ideologici per liberare una coscienza politica, riferendosi alle identità di popolo ed operando 

sinergicamente con esse sui territori del “terribile” Giustizia – Cultura – Economia: 

la Confederatio rimane un mezzo non un fine.

La Confederatio per il Fronte di Liberazione Nazionale continuerà a vivere perché vive sono le anime che la compongono, seguendo le direttive da Signorelli  prefissate che prendono corpo, come più volte si è specificato nei nostri incontri, dalla morte delle ideologie e non come 

qualcuno oggi sostiene vedendo le ideologie come un punto oltre il quale si costruisce il nulla.

 Non rispondiamo infine alle meschine accuse di chi ci ha dichiarati manipolatori del pensiero di colui che non può rispondere, che consideriamo nostro maestro e Reggente, con il quale senza atteggiamento di servilismo ci siamo incamminati da molti anni su questo fronte.

Gli ultimi avvenimenti e la posizione presa da gruppi che si ritenevano in accordo con i paletti  fissati dalla confederazione ci spinge a ritenere sospesa la collaborazione con chi si è 

discostato da un codice etico ed estetico che pensavamo fosse comune, che in nome di questa comunione non deve essere imposto ma sentito, che è fondamentale per sondare le affinità e per non abbandonarsi al proselitismo fine a se stesso.

Liberati dalle zavorre si procederà più velocemente.

 

 Circolo Clemente Graziani                

Associazione Culturale Generoso Simeone

 Laboratorio Politico Forza Uomo                      

  Centro Stusi l’Arco e la Clava

 

               COMUNICATO N°4 CONFEDERATIO


Con tag CONFEDERATIO

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post