Caso S-300: è scontro verbale tra Russia e Stati Uniti, Lavrov, la Russia non ha bisogno dei consigli d’oltreoceano

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

MOSCA - Il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato che il suo paese non ha bisogno di consigli “dall’altra parte dell’oceano” per la vendita o meno dei sistemi di difesa missilistica S-300.

La ferma risposta di Lavrov è giunta dopo che il giorno prima il consigliere di Obama in materia di armi, Gary Semore, aveva dichiarato che la consegna del sistema S- 300 all’ Iran, avrebbe avuto serie conseguenze sulle relazioni tra Washington e Mosca.

Secondo il resoconto della rete satellitare PressTv, Sergei Lavrov criticando le espressioni usate dal consigliere di Obama, ha dichiarato che la Russia non vende armi per destabilire la regione ma al contrario per renderla sicura.

È degno di nota che quello che è ormai uno scontro verbale tra i rivali dell’era della guerra fredda, è sorto intorno alla consegna all’Iran dei sistemi di difesa antiaerea S-300; Teheran ha già pagato per i sistemi e attende dal 2005 la consegna di questi.

Gli Stati Uniti e Israele hanno fatto forti pressioni su Mosca affinchè la consegna dei sistemi non avvenga. Secondo gli esperti militari, i sistemi all’avanguardia renderebbero difficile la vita a forze aeree straniere intenzionate a bombardare l’Iran.

                                   russia-usa.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post