Bolivia: “Senza il FMI stiamo meglio di prima”

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Questa la coraggiosa dichiarazione che il presidente della Bolivia Evo Morales ha fatto durante il suo intervento in occasione dell’ Vertice di Alto Livello delle Nazioni Unite per verificare lo stato di avanzamento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio a cinque anni dalla scadenza.

“Quando la Bolivia seguiva i dettami del Fondo Monetario Internazionale il paese non riusciva a sollevarsi. Ora che ci siamo liberati del FMI e della Banca Mondiale prevediamo di liberarci socialmente, culturalmente, finanziariamente ed economicamente. Senza il Fondo Monetario Internazionale stiamo meglio di prima”.

“Prima di essere eletto presidente, la riserva internazionale della Bolivia era di 1.700 milioni di dollari. Adesso siamo arrivati a 9.000 milioni di dollari in quattro anni e mezzo di presidenza. Nel 2005 gli investimenti pubblici erano meno di 600 milioni di dollari, oggi si aggirano a 2.300 milioni, dei quali il 70% è di origine nazionale e il 30% arrivano dalla cooperazione o dai crediti internazionali”

“quello che dobbiamo discutere in questa riunione è come frenare il saccheggio delle risorse del Sud e come investire questi soldi per far fronte alla povertà nei nostri paesi, nell’educazione”.

“il nostro compito è quello di mettere fine all’ingiusta distribuzione della ricchezza, i paesi sviluppati devono ottemperare gli impegni presi per quanto riguarda l’Aiuto allo Sviluppo. I paesi più ricchi del mondo possiedono il 75% delle risorse, mentre ai paesi più poveri rimane quello che avanza”  ha affermato Morales mettendo in evidenza che “ è inaccettabile che venga destinato 15 volte di più per la difesa, la sicurezza e la guerra”.

“Anziché mettere le nostre riserve nelle banche dei paesi sviluppati, costruiamo una banca del Sud con una percentuale delle nostre riserve internazionali, in modo da rompere con la dipendenza dalla Banca Mondiale e dal Fondo Monetario Internazionale”

 

                                        evo-morales2.jpg

Con tag signoraggio

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post