BCE: Trichet prende il potere

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da: Comedonchisciotte

Giovedì il presidente della Banca Centrale Europea Jean-Claude Trichet ha annunciato che nel prossimo futuro sarebbero proseguite le politiche di bassi tassi di interesse (all’1 per cento) e di prestiti agevolati da parte della BCE. Alla notizia Wall Street ha esultato facendo schizzare le azioni di 273 punti nel corso della seduta. Trichet ha inoltre detto che avrebbe proseguito il suo discusso programma di acquisto di obbligazioni che ha attirato le ire dei prudenti leader tedeschi che temono un inizio di inflazione.


Il responsabile della banca ha abilmente eluso le domande sul programma indicando che agirà con discrezione come ha fatto la Fed, acquistando beni declassati tenendone nascosto il loro proprietario originario. Autonominandosi lo Zar Tributario de facto dell’Unione Europea, Trichet ha arrestato la discesa dell’euro, mettendo in fuga i venditori allo scoperto e spingendo il mercato al rialzo. Non male per una giornata di lavoro.

Fino a ieri le condizioni di credito nell’UE si stavano sistematicamente deteriorando. Gli approvvigionamenti da parte delle banche si erano intensificati mentre i tassi che le banche si addebitavano l’un l’altra per prestiti a breve termine erano in aumento. I prestatori avevano paura che i 2.400 miliardi di prestiti a paesi dell’Europa meridionale (i PIIGS) e orientale non sarebbero stati restituiti e che questi avrebbero spinto altre banche verso l’insolvenza. L’Euribor si stava stancamente trascinando al rialzo mentre i depositi overnight presso la BCE stabilivano nuovi record ogni giorno. Dall’inizio della crisi le nervosissime banche hanno parcheggiato oltre 390 miliardi di dollari presso la struttura di deposito della BCE. Le banche preferiscono avere un interesse basso sul loro deposito piuttosto che prestare questi soldi in mercati valutari nei quali non potrebbero essere restituiti.

Da Bloomberg News :
Jean-Claude Trichet ha dichiarato che la Banca Centrale Europea estenderà la propria offerta di liquidità illimitata e continuerà per il momento ad acquistare titoli di stato nel tentativo di allentare la tensione sui mercati valutari e di combattere la crisi del debito in Europa.

“E’ giusto continuare a fare quello che abbiamo deciso sui titoli sovrani”, ha detto oggi il Presidente della BCE Trichet in una conferenza stampa a Francoforte. “Abbiamo un mercato valutario che non sta funzionando alla perfezione”. La BCE di Trichet sta comprando debito e iniettando fondi illimitati nel sistema bancario come parte di una strategia dell’Unione Europea per arrestare la frantumazione dell’Eurozona. Mentre Trichet si è rifiutato di cedere alle richieste di alcuni investitori che chiedevano maggiori dettagli sugli acquisti di obbligazioni, ha dichiarato che la BCE pensa di offrire un ulteriore aiuto a quegli istituti finanziari che stanno facendo i salti mortali per procurarsi liquidità sui mercati valutari.

La BCE darà alle banche un accesso a fondi illimitati per tre mesi ad un tasso fisso nei mesi di luglio, agosto e settembre, ha detto. Questa misura è uno strumento chiave utilizzato dalla BCE sin dal crollo di Lehman Brothers Holdings Inc. (Bloomberg)

E’ Natale a giugno. Garantendo un posto sicuro per i depositi overnight, un finanziamento illimitato per collaterali che il mercato non accetta più e un programma di acquisto (di titoli) che mantiene i prezzi dei beni artificialmente alti, la BCE sta assolvendo a tutti i compiti del mercato eliminando, nel contempo, tutti i rischi. Trichet ha fatto diventare la protezione del sistema bancario una responsabilità primaria del superstato dell’UE.

“Abbiamo il miglior ruolino di marcia sulla stabilità dei prezzi da oltre 11 anni e mezzo in Europa e tra le valute utilizzate in precedenza”, si è vantato Trichet. “Quello che abbiamo fatto e quello che facciamo ora con il medesimo obiettivo è favorire la ripresa del corretto funzionamento del meccanismo di trasmissione della politica monetaria”.

Le mosse di Trichet non hanno nulla a che vedere con il cosiddetto “meccanismo di trasmissione della politica monetaria”. Si tratta di un palese salvataggio di banche che avevano investito in titoli sovrani che stanno sistematicamente perdendo di valore.

La Grecia ha già ricevuto prestiti che copriranno il suo fabbisogno di finanziamenti per tutto il 2012.

Gli eccessi nell’acquisto di obbligazioni e la straripante profusione di liquidità da parte di Trichet sono un’ancora di salvezza per i suoi confratelli che stanno tentando disperatamente di tirarsi fuori dai guai. Il capo della BCE sta solamente cercando di aiutarli a scaricare le loro perdite sul bilancio pubblico, come ha fatto Bernanke negli Stati Uniti.

Affinché l’UE possa sopravvivere, gli stati membri dovranno creare un’autorità di governo che possa mettere in atto una politica fiscale. Disgraziatamente, Trichet ha usurpato quell’autorità aggirando il normale processo democratico. Non è compito di Trichet quello di finanziare in modo arbitrario le scommesse andate male di speculatori folli o di impedire che il mercato possa essere ripulito perché uno dei suoi amici banchieri potrebbe fallire. Tutto questo va ben oltre il suo mandato. La BCE deve essere tenuta sotto controllo e deve essere fermata la presa del potere da parte di Trichet.
L’Unione Europea dovrebbe basarsi su ben altro che non la semplice redditività delle proprie banche.

                                     35296_410619833911_101748583911_4646946_3909737_a.jpg

Con tag signoraggio

Commenta il post