AQUILA: TERREMOTO...USURA...REPRESSIONE

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

 

Da: Giustizia Giusta 


Politici destri e sinistri,operatori del sociale e dell’economia,volontariato di moda,chiesa e giù di lì sputtaniamo le banche locali più o meno “popolari” e/o di “credito cooperativo” e/o comunque del territorio interno che hanno iniziato a fare cassa con l’usura legalizzata cioè con la pretesa di interessi sui rinvii dei ratei di mutuo? 


Gli imbonitori sia destri che sinistri della politica nostrana davanti al dramma dei 

terremotati ci hanno raccontato come le banche abbiano sospeso il pagamento dei ratei di mutui procrastinandoli e/o spalmandoli su eventuali residui a pagare a dopo il 

30.06.10 . 

 

“..timeo Danaos ( le Banche) et dona ferentes……” solo gli imbecilli asserviti al potere economico ed alla politica squallida dei destri/sinistri non vedono come solo le banche non abbiano subito alcun danno dal sisma ed anzi forti del principio dell’usura legalizzata oggi battano cassa per il recupero degli interessi sul terremoto .

 

Il principio è quello: ”….sarai un popolo felice quando mangerai il vitello che non hai allevato e tutti i popoli della terra ti saranno debitori…..”.

 

A L’Aquila non ci hanno fatto pagare i ratei sospesi a causa del sisma però ci fanno pagare fior fiore di interessi sui pagamenti sospesi come se il terremoto non fosse passato di qui e non avesse determinato 

le note tragedia anche economico/sociali . 

 

“Cui prodest” per noi poveri mortali rinviare il pagamento dei ratei dei mutui perché terremotati se sulla dilazione si pagano gli interessi lucrati dalle banche insieme al prolungamento del contratto di mutuo che si aggiunge agli interessi anticipati sulle scadenze ? 

 

Spalmare sulle residue rate a pagare quelle non pagate a causa del terremoto aumenta il rateo,però e subito bisogna pagare gli interessi scaduti ed a scadere a Giugno c.a. ( 3-4.000,00 euro) per non vedersi costretti a pagare tutti i ratei scaduti di un mutuo che incombe sempre e che dal ter- remoto è stato solo incrementato in perfetto crescendo usuraio cui si aggiungono gli interessi da pagare anticipatamente altrimenti…….. 

Sindaco Cialente tra un rimpasto di giunta e l’altro;Presidente Pezzopane come si supera l’usura legalizzata che gli interessi determinano comunque e nonostante lo stato di calamità e la tragedia del terremoto?

 

On.li Mantini e Lolli, senatore Marini e tutti gli altri ectoplasmi eletti a livello nazionale,regionale, provinciale e comunale nel territorio del cratere e di caratura sia destra che sinistra,non vi sembra che gli istituti bancari locali abbiano istituito una “ tassa” sul terremoto? 

 

Don Giuseppe Molinari & C. come convive l’uomo di chiesa con il principio usuraio delle banche che è l’opposto della “remissione dei debiti” una volta cara a tutti i baciapile ed insegnata ai preti come formazione se, a L’Aquila, c’è solo disponibilità di facciata a rinvii e comprensione per i terremotati cui segue richiesta di pagamento di interessi ap- punto per essere terremotati e disastrati? 

 

La zona franca e le agevolazioni = pagamento di interessi per essere terremotati (come per un prestito per un viaggio di piacere e/o per comprare la macchina nuova)

= usura legalizzata = tassa sui morti e sulle macerie. 

 

L’Aquila 20.2.2010 

avv. Paolo Vecchioli

 

                               AQUILA.jpg

 

Con tag Italia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post