Angiolino Alfano e Fiamma Nirenstein: metodo Boffo o metodo Knesset?

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

Da:andreacarancini.blog

 

Lo scorso 29 giugno Fiamma Nirenstein è stata elettaall’unanimità presidente dell’International Council of Jewish Parliamentarians (Consiglio Internazionale dei Parlamentari Ebrei).

Accipichia: all’unanimità! I parlamentari “ebrei” di tutto il mondo che si sentonounanimemente rappresentati da una fanatica come Fiamma? E che fine ha fatto il leggendario pluralismo della "tradizione ebraica"? Tutto ciò mi fa venire in mente un’altra recentissima elezione: quella di Angiolino Alfano, nominato segretario del Pdl per acclamazione.

Quest’ultima, ha suscitato la (facile) ironia di Bersani, il quale, naturalmente, si è però ben guardato dall’esprimere analoga arguzia verso il monolitico consesso giudaico. Dando un’occhiata al sito di quest’ultimo, leggiamo che “Il Consiglio Internazionale dei Parlamentari Ebrei riunisce legislatori, parlamentari e ministri ebrei di tutto il mondo, con lo scopo di promuovere il dialogo in corso [quale?], sostenere i principi della democrazia [!], promuovere la causa dei diritti umani [!!], promuovere lo stato di diritto [!!!], combattere il razzismo, l’antisemitismo, la xenofobia, il terrorismo [da che pulpito!!!] e la negazione dell’Olocausto [ah, ecco!], sostenere Israele [non l'avevamo capito!] e contribuire alla creazione di una pace durevole in Medio Oriente [bum!!!].

L’ICJP opera di concerto con  la Knesset, il Ministero Israeliano degli Affari Esteri e il Congresso Mondiale Ebraico [tanto per intenderci]".

Quando si dice la democrazia plebiscitaria: metodo Boffo o metodo Knesset?  
Fiamma-20Nirenstein_ICJP-20piccola.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post