Afghanistan, fermati a Lashkargah tre operatori italiani di Emergency

Pubblicato il da ipharra.over-blog.it

INTOX

Da: ANSA

ROMA - Preparavano un piano per uccidere il governatore della provincia di Helmand con un attentato kamikaze e nascondevano in una stanza dell'ospedale sette giubbotti carichi di esplosivo, bombe a mano, armi e munizioni: con queste pesantissime accuse i servizi segreti afghani hanno arrestato tre operatori italiani di Emergency - un medico, un infermiere e un tecnico della logistica - e sei afghani che lavorano nell'ospedale dell'associazione umanitaria fondata da Gino Strada a Lashkar Gah, nel sud dell'Afghanistan.

INFO

Da: byebyeunclesam

La dinamica degli eventi puzza di bruciato lontano un miglio e la Farnesina non sa fare altro che puntualizzare che “i medici italiani in stato di fermo lavoravano in una struttura umanitaria non riconducibile né direttamente né indirettamente alle attività finanziate dalla cooperazione italiana”.
Già,
la cooperazione italiana in Afghanistan.

Vergogna su di lei, ministro Frattini

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post